Considerazioni chiave per la scelta di un attuatore rotante
CasaCasa > Blog > Considerazioni chiave per la scelta di un attuatore rotante

Considerazioni chiave per la scelta di un attuatore rotante

Nov 02, 2023

Benvenuto in Thomas Insights: ogni giorno pubblichiamo le ultime notizie e analisi per mantenere i nostri lettori aggiornati su ciò che accade nel settore. Iscriviti qui per ricevere le notizie più importanti della giornata direttamente nella tua casella di posta.

Gli attuatori rotanti sono motori che convertono l'energia in forza rotazionale controllata, o coppia, per spostare un sistema o meccanismo specifico. Gli attuatori introducono il movimento, ma possono anche arrestarlo. Sono disponibili diversi modelli di attuatori rotanti, tra cui cremagliera e pignone, catena del pistone, colonna elicoidale, glifo scozzese, camera d'aria e pala. Offrendo caratteristiche e vantaggi diversi, ciascuno è più adatto a tipi specifici di applicazioni.

Spesso utilizzati in sistemi in cui il montaggio dei cilindri non è un'opzione praticabile, gli attuatori funzionano generalmente con pressione idraulica e pneumatica o sono alimentati elettricamente. I sistemi di controllo degli attuatori rotanti possono essere progetti meccanici o elettronici, con l'attuazione ottenuta tramite software o tramite intervento umano. Gli attuatori rotanti elettrici vengono utilizzati molto più frequentemente rispetto ai loro omologhi idraulici e pneumatici, poiché eliminano la necessità di linee di pressione, pompe e sistemi di sicurezza complessi, riducendo così i costi.

Ciò che distingue gli attuatori rotanti

Gli attuatori rotanti fungono da componenti unici e versatili con una vasta gamma di applicazioni. Questi attuatori possono essere montati sul punto di articolazione dell'apparecchiatura e non richiedono un ampio spazio per corse lunghe come nel caso degli attuatori lineari o dei cilindri. Né sono limitati ad archi di rotazione di un quarto di giro (90°). Infatti, a seconda della configurazione specifica, gli attuatori rotanti possono raggiungere lunghezze d'arco di 180°, 360° e anche superiori, fornendo così la flessibilità necessaria per soddisfare profili di movimento specifici dettati dall'applicazione.

Gli attuatori rotanti motorizzati consentono inoltre una stabilità superiore, anche durante il funzionamento a basse velocità. L'accelerazione e la decelerazione sono fluide e le operazioni possono essere programmate con numerosi punti di arresto. E per gli attuatori che utilizzano un motore passo-passo e un servomotore, la regolazione della posizione e della velocità può essere eseguita semplicemente utilizzando dati preimpostati, semplificandone l'installazione e la configurazione.

Esistono due tipi principali di attuatori rotanti: cremagliera e pignone e pala. Gli attuatori a pignone e cremagliera sono ideali per situazioni di produzione ad alta velocità e per i casi in cui la bassa usura e la lunga durata sono fondamentali. Pertanto, questi modelli sono adatti per applicazioni pesanti. Gli attuatori a palette, invece, vengono utilizzati per bloccare, trasferire o posizionare carichi leggeri in situazioni di velocità media. A causa delle dimensioni ridotte di questi attuatori, vengono generalmente utilizzati in applicazioni con spazio limitato.

Applicazioni dell'attuatore rotante

Una vasta gamma di settori e applicazioni utilizzano attuatori rotanti. Pertanto, sono disponibili immediatamente modelli di tutte le dimensioni, potenze e velocità operative per soddisfare le diverse esigenze del settore. In generale, gli attuatori rotanti vengono utilizzati per sistemi di camma, indicizzazione, bloccaggio, frenatura, tensionamento, posizionamento, inclinazione e chiusura di sicurezza.

Negli scenari di movimentazione dei materiali, vengono utilizzati per la commutazione di trasportatori, la rotazione e il posizionamento delle pinze per container sui tratti di sollevamento, il tensionamento e la guida, l'azionamento di valvole, i sistemi di frenatura e il sollevamento di materiali.

Per la lavorazione dei metalli, le bobine rotanti vengono spesso utilizzate per ribaltare bobine, tornelli, travi mobili, meccanismi di immersione/agitazione, dispositivi di ribaltamento, forni elettrici inclinabili, rottura della crosta, tavole di trasferimento indicizzate e forni di caricamento. Questi attuatori trovano impiego anche in vari sistemi marini e robotici.

Gli attuatori rotanti possono essere inseriti nei sistemi con il minimo sforzo, basta semplicemente inserire il dispositivo tra due collegamenti. E poiché non sono necessari componenti aggiuntivi, i giunti possono fornire un movimento preciso e potente e i collegamenti non richiedono spazio aggiuntivo nell'ambiente operativo. Questa precisione rende i modelli rotanti adatti a una varietà di applicazioni, nonché a vari scenari di test. Infine, l’utilizzo di attuatori rotanti può ridurre i tempi di produzione, consentendo operazioni rapide ed efficienti.